Questo sito utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento di tutte le pagine. Per saperne di più vedi la sezione Privacy


 


Chiara Balista, medico chirurgo, psichiatra-psicoterapeuta P.IVA: 03060921206


       

Disturbi Somatoformi

A r t i c o l i ...
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

IPOCONDRIA

"L'ipocondria è l'unica malattia che non ho"

L'ipocondria è uno stato di preoccupazione intensa, eccessiva e di lunga durata circa la possibilità di avere una malattia grave o la convinzione di averla già contratta, non sensibile alla rassicurazione da parte dei medici e dei ripetuti esami, pertanto causa di un marcato disagio soggettivo e/o di un disadattamento a livello sociale o lavorativo.

La persona che soffre di questo disturbo tende ad avere un'attenzione molto accentuata e ripetuta per ogni nuovo o vecchio particolare del suo corpo, verso cui mostra un vero e proprio stato di ipervigilanza, a dispetto invece di una graduale riduzione di interesse serbato alla vita esterna, sociale, relazionale. E' il soma ad essere oggetto di continui pensieri, ansie e indagini; i suoi  “movimenti” , la sua “voce” o i suoi soliti, naturali “acciacchi”  benigni vengono sempre e comunque letti e interpretati come segnali o spie allarmanti di una malattia grave, presente o incipiente. Spesso si pensa che gli esami medici già effettuati daranno per forza risultati drammatici o si arriva a non credere affatto ai “buon” esiti  che sono già pervenuti...

La preoccupazione può riguardare un singolo organo o apparato (per esempio, il l'apparato gastrointestinale o cardiovascolare), che diventa la principale sede di sospetto di una grave malattia, o diversi organi ed apparati i cui sintomi si alternano o si sommano a seconda dei periodi.

Per ricevere una diagnosi di ipocondria bisogna ovviamente escludere la presenza di condizioni mediche generali all'origine dei sintomi e dei segni lamentati,  per quanto a volte possa concomitare una patologia medica reale associata a un atteggiamento di tipo ipocondriaco.

 

DISMORFOFOBIA

La dismorfofobia è un disturbo dell'immagine corporea che si manifesta con continue preoccupazioni della persona per un reale, presunto o immaginario difetto del proprio aspetto fisico. Tale disturbo può riguardare le dimensioni o la forma dell'intero corpo o di qualche parte di esso (naso, occhi, seno, ecc) e comporta spesso dei tentativi di camuffamento da parte del soggetto con trucco, abiti, ecc.

Le proprie “deformità”, così appaiono alla persona affetta da questo disturbo, diventano infatti motivo di ansietà, vergogna e depressione, capaci anche di innescare di frequente compulsioni di controllo su ogni superficie rifrangente (ove ci si possa specchiare).

 

DISTURBI PSICOSOMATICI

 

   
 

P e r   C o n t a t t a r m i

 
V i a   G a r i b a l d i   1 6 6   -   4 0 0 3 3   -   C a s a l e c c h i o   d i   R e n o   ( B o l o g n a )

 
Tel: 320-9708133      E-mail: info@psichiatrabologna.it


Chiara Balista
medico chirurgo, psichiatra-psicoterapeuta

P.IVA: 03060921206
Tel: 320-9708133 - E-mail: info@psichiatrabologna.it
Sede 1: Via Garibaldi 166 - 40033 - Casalecchio di
Reno (BO)
Sede 2: Via A. Borghi Mamo 6/A - 40137 - Bologna.
Titolo Professione: Medico chirurgo (laurea conseguita presso l'Università di Bologna il 20/10/1998)
Anno dell'esame di Stato (per conseguire l'abilitazione):  1999 (I sessione). 
Iscritta all'Albo dei Medici Chirurghi di Bologna al num. 13851
dal 13 Luglio 1999.
Diploma di Specialista in Psichiatria (presso l'Università di Parma)
rilasciato il 10/11/2003.
Iscritta all'elenco dei Medici Psicoterapeuti di Bologna dal 10 Giugno 2004. 
MAPPA SITO

HOME
CHI SONO
DOVE SONO
CONTATTI
INFORMAZIONI
PRIVACY POLICY

 
________________________________________________________________________

Powered by "Pluscomputer" 2011 - Tutti i Diritti Riservati